COOPERAZIONE

COOPERARE ATTIVAMENTE CON IL MOVIMENTO E LE SUE COMPONENTI, AUMENTANDO LA PRESENZA ALL’ ESTERO CON PROGETTI E AZIONI DI INTERVENTO

 

In conformità con il Principio Fondamentale di Universalità 11 , la CRI condivide conoscenze, esperienze e risorse con le altre Società Nazionali. Essa mantiene un legame unico con i membri del Movimento internazionale in tutto il mondo, basato su valori e convinzioni comuni per migliorare i suoi interventi. Con lo scopo di creare partnership a lungo termine per supportare le Società Nazionali nella realizzazione dei loro piani strategici di sviluppo, la CRI si è affermata nel tempo all’interno del Movimento come una presenza stabile e fidata, sviluppando ampiamente le relazioni internazionali della Società Nazionale con partnership che ricoprono numerosi campi di attività, dalla sanità all’educazione, i servizi di social welfare, promozione dei diritti umani, inclusione sociale, lotta alla discriminazione, prevenzione e preparazione ai disastri, ricostruzione e riabilitazione a seguito di calamità naturali. Forti di questa solida presenza all’interno della Federazione Internazionale, accompagnata dall’inserimento di figure professionali italiane specializzate a supporto degli uffici del Movimento, vogliamo continuare a rafforzare il ruolo e l’expertise della CRI nell’ambito delle relazioni di cooperazione internazionale. Grazie a un’ottima sinergia tra il Comitato Nazionale e i delegati sul campo la CRI è in grado di mettere in pratica una cooperazione decentrata che si realizza grazie al supporto dei Comitati sul territorio e dei volontari, con il loro desiderio di mettere a frutto le capacità acquisite anche nell’ambito delle attività internazionali. La partecipazione della CRI ad attività internazionali con le Consorelle presuppone una condivisione profonda e uno scambio di storie e percorsi che consente di rafforzare il proprio network e facilitare uno scambio di esperienze e buone pratiche per una gestione più efficace delle necessità legate a temi comuni quali i flussi migratori, i servizi di ricongiungimento familiare, l’integrazione di comunità straniere nel tessuto socio- economico, il rafforzamento dei canali di comunicazione con le altre Società Nazionali per una coordinazione e un mutuo miglioramento qualitativo delle attività. Ogni giorno ci confrontiamo con nuove sfide di carattere economico, sociale, ambientale e politico, dalle profonde implicazioni globali quali dinamiche demografiche, modelli di produzione/consumo non sostenibili, degrado ambientale, unite al moltiplicarsi delle aree di conflitto, quasi sempre il risultato di un deficit di sviluppo, e le crisi umanitarie come l’emergenza Ebola e l’aumento dei flussi di persone migranti.